MetaMoreFaces

Interazioni Elementari

Compagnia teatrale che nasce nel 2014 a Parigi, come gruppo informale, per costituirsi nel 2017 a Firenze come Associazione di Promozione Sociale. I componenti, artisti e operatori di diverse generazioni e provenienze, sono uniti da un progetto artistico e professionale condiviso e da una visione comune delle arti teatrali e performative.

La Direzione Artistica è affidata a Claudio Suzzi, regista e autore attivo a Firenze dal 2002. La Compagnia conduce attività di formazione, produzione e organizzazione di eventi sul territorio nazionale ed europeo. Vincitori del bando Regione Toscasca “Giovani al centro” con il progetto Streaming Theaterun ponte tra carcere e città, con il quale la Compagnia intende collegare attraverso la tecnologia streaming, l’interno del carcere con l’esterno della città.

Ispirato al poema delle Metamorfosi di Ovidio, MetaMoreFaces è una performance teatrale messa in scena dagli attori della compagnia teatrale al fianco degli algoritmi di Intelligenza Artificiale. Il progetto lavora con quattro categorie sociali a cui da sempre Interazioni Elementari ha rivolto lo sguardo: transgender, detenuti, anziani e migranti. A ciascuna categoria è stato associato uno dei miti ovidiani relativo alle metamorfosi con l’obiettivo di sensibilizzare lo spettatore alla vita reale di queste persone: si uniscono sulla scena, infatti, l’a-temporalità delle opere eterne di Ovidio e la contemporaneità delle vite frangibili degli esseri umani.

Un’esperienza resa ancora più immersiva grazie al software MetaMoreFaces che grazie all’utilizzo di reti neurali generative è riuscito a proiettare dei video in cui si mostra la crescita anagrafica degli attori in scena, facendone vedere i volti che da bambini crescono fino a raggiungere l’anzianità. Per riuscirci sono stati impiegati algoritmi addestrati a tecniche di morphing facciale che hanno agito su due foto di due età diverse della stessa persona, tracciandone i cambiamenti in un video come se quella persona stesse invecchiando davanti agli occhi dello spettatore, in tempo reale. L’Intelligenza Artificiale, quindi, diventa un vero e proprio attore in scena.

Leggi l’articolo che descrive il mondo dietro l’incontro tra il teatro e la tecnologia.

Logo Polaris Engineering

Scopri anche

The Curators Milan

The Curators Milan

AION Collective

AION Collective

Naresh Ran

Naresh Ran

Giuseppe Ragazzini

Giuseppe Ragazzini